challenge_rad_it

Sfida la Radicalizzazione

Radicalizzazione, estremismo, polarizzazione. Cosa ti viene in mente quando leggi queste parole? Sai individuare l'estremismo? Se è così, sei abbastanza coraggioso da sfidare le sue narrative? Con Do One Brave Thing, puoi imparare a identificare i segnali di pericolo e contrastare l'estremismo quando lo vedi, con una particolare attenzione alla radicalizzazione tra amici, colleghi, familiari e nella comunità che ti circonda nella vita di tutti i giorni. Puoi farlo anche tu, puoi fare la differenza. Sii il cambiamento!

prezi_it

Playlist per la democrazia

Una buona canzone può fare la differenza tra rinunciare o continuare anche quando si pensa di aver raggiunto un vicolo cieco o tutti i propri limiti.

Abbiamo chiesto a 20 attivisti dell’ Ungheria, Italia, Polonia e Romania, quale sia la loro canzone preferita che li fa andare avanti nei loro momenti di debolezza. Inoltre, nelle loro storie, scoprirete ciò che li tiene motivati e concentrati, e alcuni trucchi e suggerimenti su come affrontare l’odio e l’estremismo.

h5p_it

Prospettive e contesto (video)

Nel video, lo youtuber, blogger e attivista LGBTQ + ungherese Olivér Pusztai parla delle sue esperienze con radicalizzazione, incitamento all’odio e bullismo online e offline. Spiega perché pensa che questi fenomeni debbano essere messi in discussione e come combatte i pregiudizi cercando di formare il modo di pensare delle persone sulla comunità LGBTQ+.

Combattere l'odio con Oliver Pusztai

Radicalizzazione: che cos'è? Prevenire, anticipare, reagire!

Ecco la storia di Przemysław Witkowski, un giornalista e accademico che è stato brutalmente picchiato da un estremista di destra nel luglio 2019 a Wroclaw. Il giornalista ha reagito ai simboli neonazisti e alle iscrizioni xenofobe sul muro nel centro della città. La sua reazione alla violazione della legge nello spazio pubblico è stata accolta con violenza da un aggressore estremista. Przemek racconta la sua storia, parla di ciò che gli è successo e delle conseguenze psicofisiche dell’incidente. Inoltre, cerca di raccogliere le idee riguardo ciò che la violenza ideologica e la radicalizzazione che portano all’estremismo significano per lui. Jacek Purski dell’Istituto di sicurezza sociale spiega il processo di radicalizzazione e l’impatto che ha sulla nostra sicurezza quotidiana. Jacek Mazurczak (Istituto per la sicurezza sociale) parla dell’importanza della cooperazione multisettoriale per prevenire e contrastare la radicalizzazione in Polonia. Il film è stato girato come parte del progetto DO ONE BRAVE THING.

Nel video, il conduttore radiofonico rumeno Ionuț Bodonea racconta il suo approcco alla radicalizzazione e sui discorsi di odio e come si è reso conto che questi fenomeni devono essere messi in discussione. Parla anche di come lui e i suoi colleghi si approcciano alle idee radicali pur consentendo la libertà di espressione all’interno del loro programma radiofonico. Incoraggia gli spettatori ad essere selettivi con le informazioni e a prendere posizione contro la radicalizzazione e i discorsi di odio.

A proposito di odio, con Ionuț Bodonea

La vita dopo l'odio

Scopri la storia di Staszek, un ex neonazista, e del suo coinvolgimento in attività contro l’estremismo e la radicalizzazione.

Esci dall'odio

Scopri la storia di Staszek, un ex neonazista, e di come sia riuscito a lasciare questo ambiente e iniziare una nuova vita.

La mente si difende dalla radicalizzazione

Scopri la storia di Tomasz, un ex attivista di organizzazioni di estrema destra, e di come ci sia arrivato e perché ha deciso di lasciarle.

La storia di Nicu: una potente storia di completo cambiamento

Questa è la straordinaria storia della trasformazione di un uomo. A partire dall’età di 13 anni, Nicu faceva parte di una banda di quartiere che, tra le altre attività illegali, aveva preso di mira e condotto azioni violente contro le minoranze etniche come gli ungheresi e i Rom. è stato dentro e fuori di prigione per 20 anni. La vita di Nicu è cambiata completamente e improvvisamente quando, di nuovo in prigione, ha incontrato per caso la sua attuale moglie, Simona, una giovane studentessa del Conservatorio e direttrice d’orchestra.

Simona: Come l'amore è più forte dell'odio

Nel 2010, Simona era una studentessa del Conservatorio di 20 anni che suonava il violino e viaggiava in Europa per tour musicali con i suoi colleghi. Si stava preparando per una grande carriera musicale quando incontrò Nicu, un detenuto e membro di una banda di strada per più di 20 anni, che tra le altre attività illegali prendeva di mira minoranze etniche come gli ungheresi e i Rom. Nicu è ora suo marito. Scopri la storia di come l’amore e la fiducia di una donna abbiano cambiato completamente la vita di un uomo e gli abbiano fatto rinunciare alla sua banda e all’ odio verso gli altri.

Radicalizzazione a scuola

Ascolta la storia dell’insegnante di storia László Lőrinc, che parla delle sue esperienze con studenti radicalizzati e di cosa gli insegnanti possano fare al riguardo.

Fare del bene per la nazione - ma come?

Attila Lénárt, studente e attivista insegnante di storia, racconta perché si sentì attratto dalle ideologie estremiste e ciò che gli fece ripensare ai suoi valori.

Cadere nella spirale della radicalizzazione, come succede?

In questo video, l’esperto RAN Luca Guglielminetti descrive le diverse situazioni e condizioni fertili che possono portare al progressivo distacco di una persona dal normale contesto sociale, e all’emergere di visioni polarizzanti che alla fine si traducono in estremismo e radicalizzazione.

Il disimpegno è possibile ed è così che funziona

In questo video, l’esperto di RAN Luca Guglielminetti descrive come una persona caduta nella spirale dell’odio, della violenza e dell’impegno nei gruppi radicali possa lasciare il movimento per iniziare una nuova vita.