share_wiselyfinal

Condividi consapevolmente

Scorrendo i contenuti in rete, trovi articoli di notiziari famosi e, probabilmente, alcuni postati su blog e forum che visiti più o meno regolarmente. Cosa attira la tua attenzione di più? Su quale articolo ti soffermi più a lungo? Se molte notizie sono innocue, altre potrebbero essere dannose per te e la tua intera rete. La disinformazione è un'informazione falsa o inesatta, fatta circolare intenzionalmente o meno. Spesso in forma di articoli falsi o notizie intenzionalmente fuorvianti o satirici, questa disinformazione diventa pericolosa quando le persone agiscono in conseguenza di essa. Perché è un problema? Perché se si condivide un articolo o delle notizie false, ognuna delle persone con cui siete connessi sui social media è a rischia di agire sulla base di informazioni false.

Condividi responsabilmente! Verificare l'attendibilità di qualsiasi articolo di informazione con un solo clic.

Il servizio BRAVE Web e plug-in ti aiutano a condividere responsabilmente. Basta aprire l’estensione quando si sta leggendo un articolo e si otterranno informazioni dettagliate, tra cui un punteggio di qualità sui contenuti, che vi permetterà di decidere se condividere l’articolo tramite social media o con i vostri amici.

BRAVE Web Service e Plug-In vengono consegnati a voi come parte di un progetto più ampio denominato DO ONE BRAVE THING (www.onebravething.eu). BRAVE vuole offrirti gli strumenti necessari per allenare il pensiero critico e agire contro l’estremismo nella tua comunità. Ti permette di affrontare il confronto e le conversazioni online/offline dandoti gli strumenti per evitare lo scontro, aiutandoti a sentirti sicuro e in grado di affrontare problematiche come la radicalizzazione e l’estremismo. BRAVE è progettato per un impatto a breve, medio e lungo termine e da un modello di creazione di strumenti che possono essere riprodotti in tutta l’UE.

Sia il servizio Web e supporto plug-in supportano le lingue inglese, tedesco, ungherese, italiano, polacco e rumeno lingue

Per gli utenti di Google Chrome abbiamo anche il BRAVE Plug-In. Funziona come il servizio Web sul sito. Dopo averlo installato, quando si legge un articolo in una finestra è sufficiente fare clic sull’icona BRAVE e un pop-up apparirà con le informazioni

Clicca qui / Vi si può accedere qui: https://chrome.google.com/webstore/detail/brave/hlpfphadjaojeelfdhiiilkgjipekllb

Dettagli dell'articolo

Informazioni chiave estratte dall’articolo (titolo, autore, editore, ora di pubblicazione) e un riepilogo generato automaticamente.

Parole chiave estratte

Entità denominate (persone, organizzazioni, località, marchi, altro) estratte automaticamente dall’articolo.

Paziente Zero

La potenziale origine della storia, chiamata Paziente Zero (P0). In alternativa, 3 articoli candidat, ise non è stato trovato un P0 ideale

Cronologia: Paziente Zero Per L'articolo

La cronologia dell’articolo corrente analizzato che risale al paziente zero (P0).

Rapporto sulla qualità dei contenuti

Il punteggio di qualità del contenuto che rappresenta l’affidabilità dell’articolo. Si basa principalmente sull’analisi semantica del contenuto dell’articolo: informazioni fattuali trovate (contesto), polarità del contenuto (sentimento) e probabilità di essere un “clicklbait”.

Articolo grafico

Un grafico che contiene tutti i riferimenti dell’articolo: collegamenti ipertestuali, articoli citati e articoli molto simili. Il nodo verde è l’articolo analizzato, il paziente zero (P0) è quello rosso.

DISCLAIMER!

Strumenti di indagine contro la divulgazione di notizie false

Negli ultimi anni, in tutto il mondo, sono state sviluppate numerose piattaforme di fact checking cui collaborano giornalisti, università e ONG.

Chi non è del mestiere, invece, può servirsi di strumenti online gratuiti volti a facilitare il processo di decostruzione delle notizie false.

A causa di limiti tecnologici oggettivi, tali strumenti non possono sostituire l’intuizione umana, i processi decisionali, i valori etici e morali o persino l’affidabilità di un’informazione. Tuttavia, possono fornirci delle indicazioni circa la scarsa veridicità di una notizia.

Il giudizio finale, ovviamente, spetta a noi e dipende dalla nostra capacità di discernimento.

Pensa prima di condividere

Riconoscere l'estremismo nella rete

Prospettive e contesto (video)

Le fake news nell'era digitale sono uno degli ultimi problemi che hanno destato preoccupazione tra intermediari, governi e utenti online. Le fake news sono storie create in modo deliberato ed errate, che vengono diffuse da certe aziende per promuovere i propri interessi. Con la crescita dei social media, le fake news sono proliferate; hanno infatti trovato una piattaforma per diffondere queste storie ad un pubblico enorme. Secondo un'analisi recente, le fake news hanno creato più attività su Facebook delle principali notizie elettorali delle 19 maggiori agenzie di stampa messe insieme. Inoltre, uno studio di Stanford ha recentemente rilevato che oltre l'80% degli studenti non è in grado di identificare contenuti sponsorizzati da notizie "reali".

Estremismo e reclutamento online: individualo, fermalo!

Questo tutorial video offre un’introduzione su come le informazioni vengono gestite e acquisite su Internet. Più precisamente, essere in grado di trovare informazioni affidabili e affidabili sta diventando sempre più impegnativo. Da un lato, valutare l’affidabilità delle informazioni che leggiamo sta diventando sempre più difficile. Dall’altro, il reclutamento online si basa su tecniche sofisticate che trasformano gli utenti inconsapevoli in obiettivi facili. Questo video aiuta a chiarire i problemi discussi sopra e fornisce alcuni consigli pratici su quali misure possono essere adottate per ridurre al minimo i rischi relativi alle nostre attività online quotidiane.

Notizie false e propaganda estremista online. Sono collegati?

Ola Kaczorek, un’attivista LGBT racconta la storia di una notizia falsa usata nella propaganda estremista online. Scopri come le notizie false create negli Stati Uniti hanno facilitato il reclutamento di giovani in movimenti estremisti e violenti assalti a eventi di orgoglio in Polonia, incluso il tentativo di attacco con esplosivi.